Programma Sassari 2014

PROGRAMMA per SASSARI

LIBERTA’di MOVIMENTO       

logo LDM vettoriale

 

1-Un vero Cambiamento presuppone un cambiamento culturale. Libertà di Movimento sostiene il nuovo rifiorire delle Arti, della Cultura e del Pensiero per riportare Sassari ad essere capitale del Sapere e guida del territorio..

Per questo sono prioritari gli interventi sulla Scuola, l’Istruzione, l’Università e tutti i servizi destinati agli studenti.

 

2- Riqualificazione dell’agro e valorizzazione dell’Area Vasta sassarese, delle zone costiere turistiche di Platamona, Porto Ferro e Argentiera.

3- Riqualificazione degli edifici abbandonati e da ristrutturare di competenza comunale da riutilizzare per scopi pubblici e sociali quali sedi condivise per associazioni culturali ed artistiche nel perseguimento dell’interesse collettivo e valorizzazione dell’associazionismo come miglioramento della qualità della vita.

4-Partecipazione diretta dell’amministrazione comunale alla gestione dell’acqua pubblica (certificata e monitorata) e della riscossione dei tributi.

5- Trasporti e mobilità urbana ecosostenibile: privilegiare i servizi pubblici e la mobilità alternativa. Eliminazione delle barriere architettoniche, interventi per la moderazione del traffico cittadino, creazione di una rete ciclabile estesa dalla città a tutto il golfo dell’Asinara. Installazione al centro città di stazioni di ricarica elettrica a pannelli fotovoltaici per cicli e minivetture elettriche.

6- Revisione e miglioramento della ZTL in accordo sinergico con gli abitanti  

     e tutti gli operatori commerciali.

7- Istituzione del Mercato Delle Produzioni e artigianato locali. Realizzazione e promozione di un mercato cittadino organizzato per incentivare l’acquisto di prodotti del territorio, favorendo lo sviluppo delle aziende ed artigiani locali e l’interazione diretta tra produttore e consumatore, evitando costi di intermediazione e conservazione ed abbattendo drasticamente trasporti ed imballaggi.

8-Energia ecosostenibile. Sviluppo delle energie rinnovabili e risparmio energetico coniugando sostenibilità ambientale e fabbisogno energetico. Consentendo al territorio di essere meno dipendente dalle fonti di energia e quanto più autosufficiente. Per massimizzare i vantaggi sotto diversi aspetti: ambientale, economico e sanitario.

9- Bilanci comunali trasparenti, leggibili e comprensibili. Pubblicazione sul sito istituzionale del comune, in forma leggibile e semplificata, di come, dove e quando vengono spesi e ricavati i soldi del comune. Pubblicazione online delle retribuzioni degli amministratori pubblici.

10- L’Agro (l’Area Vasta) di Sassari è il “comune più vasto d’Italia” ( 554 KmQ.) dei 130mila abitanti censiti circa 100mila risiedono nell’ambito urbano e i restanti 30 mila nell’agro urbanizzato a distanze di oltre 45 km. dal centro città. Libertà di Movimento propone la revisione delle rendite catastali e delle aliquote per l’agro di Sassari, dove mancano i principali servizi di urbanizzazione: rete idrica e fognaria, servizio postale, illuminazione pubblica, Scuole, trasporti pubblici e presenza delle forze dell’ordine. Proponiamo inoltre la creazione di nuovi servizi e miglioramento di quelli esistenti; coordinamento ed informazione sul territorio con l’istituzione di ufficio dedicato e dell’Agro-Manager per una Buona e Trasparente amministrazione.

 

11 – Sistema socio –sanitario.

–         Avviamento  verso una nuova prospettiva che vede il sociale incontrare il sanitario attraverso un un’ottica di diritto a veder tutelata la propria salute e il dovere a star bene attraverso il riconoscimento del senso di appartenenza comunitaria.

–         Mappatura del territorio – raccolta dei bisogni attuali in relazione ai singoli utenti e in merito ai relativi servizi – definizione delle risorse economiche disponibili – individuazione delle priorità economiche – definizione di un sistema di valutazione continuata e trasparente dei risultati attesi in seguito all’intervento da parte dei servizi verso le varie utenze.

–         Difesa del sistema socio-sanitario pubblico e ampio sostegno al privato che intenda immettersi nel mercato con proprie professionalità –  Interventi mirati e rivoli alla cura delle persone attraverso nazioni di cura non solo in presenza di malessere ma anche di cura come promozione e prevenzione della salute.

–         Tagli alle spese inutili nel socio-sanitario e trasparenza nell’affido e gestione dei vari incarichi con conseguente valutazione degli interventi attuati .

–         Analisi e monitoraggio dello stato di salute intesa come previsto dall’OMS sia del singolo cittadino che dei nuclei familiari.

–         Potenziamento delle strutture socio-sanitarie attraverso il supporto alla medicina di base e ad azioni di contrasto al disagio, al disadattamento e alla devianza .

–         Istituzione di un registro pubblico dove il cittadino può prendere visione dei professionisti a cui rivolgersi per competenze e dove gli stessi professionisti possono iscriversi previa quota di iscrizione e previa accettazione di una formazione continua per restare iscritti all’albo .

–         Attuazione di una rete tra operatori e servizi vari a sostegno di una cooperazione per la creazione di un mondo condiviso, collaborativo e responsabile capace.  Per favorire la comunicazione e il benessere in famiglia, nella comunità tutta e nel singolo individuo.

12 – Istituzione della Carta comunale dei diritti degli Animali. Creazione di una serie di normative per la tutela dei diritti degli animali da affezione e compagnia.

 

 LDM

 

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati